Angelo Cannata, maestro di spiritualità

Angelo Cannata

Angelo Cannata (Modica, 19 febbraio 1964) è un biblista appassionato del pensiero debole di Gianni Vattimo.

Nel 1991 ha conseguito la licenza in Teologia Biblica presso la Pontificia Università Gregoriana ed è stato ordinato sacerdote nella Chiesa Cattolica.

Fino al 2013 ha diviso i suoi impegni tra l’insegnamento della Sacra Scrittura negli istituti teologici di Noto e Gela e il ministero parrocchiale.

Nel 2008 ha scritto per la Diocesi di Noto una breve Introduzione alla Lettera ai Filippesi.

Nel 2013 ha pubblicato Camminare (disponibile in formato cartaceo, epub e kindle), in cui è presentata la sua linea di pensiero; il libro è un’introduzione alla filosofia mirata ad evidenziarne una visione in chiave antimetafisica e come strumento di vita.

Nello stesso anno ha lasciato il sacerdozio, quindi ha abbandonato la religione cattolica e poco dopo la fede in Dio. Queste scelte sono state provocate da una percezione di incompatibilità sempre più chiara tra antimetafisica e dogmatismo della Chiesa prima, pensiero critico e problema della teodicea successivamente. Egli non trova possibile professare la fede in un Dio per definizione buono e onnipotente e nel contempo mantenere una memoria viva della sua assenza di fronte al male nel mondo.

Nel 2014 ha pubblicato i seguenti video:

Nel 2015 ha scritto il Commento al Vangelo secondo Matteo, in cui evidenzia le profondità, ma anche le ipocrisie presenti in Gesù, senza per questo considerarlo meno degno di stima. Questo testo mostra che la radice dei problemi della religione cattolica non risiede nella Chiesa, ma in Gesù stesso. Ci sono anche atei che mantengono una stima di fondo per Gesù, dovuta però ad ignoranza del vangelo; Angelo Cannata conserva la sua stima per Gesù, ma ne evidenzia anche i tradimenti e le incoerenze insostenibili.

Nel 2016 ha dato inizio al blog Spiritualità, una ricerca mirata al recupero della spiritualità al senso critico e alla laicità. La spiritualità non viene considerata salvezza, né tanto meno persona; è soltanto una facoltà umana neutrale che, come tutte le altre, vale la pena di tentare di usare nei modi migliori.

Nel mese di agosto 2017 ha creato il gruppo Liturgia della spiritualità, in cui la spiritualità viene sperimentata da un gruppo di persone come impegno concreto con cui confrontarsi.

Dal mese di ottobre 2017 cura la rubrica La spiritualità e le spiritualità per il sito riflessioni.it.

Nel 2018 ha pubblicato insieme a Claudia Firera il romanzo Cuori ribelli (disponibile in formato cartaceo, pdf e kindle).

Ultimo aggiornamento della pagina: 9 ottobre 2017